Bonus Protetto RCA: Cos'è, quanto Costa e quando Conviene

Aggiornato il
Preventivo Assicurazione AutoPreventivo Assicurazione Auto

Preventivo Gratis Online

Confronta le RC Auto delle migliori compagnie assicurative a Aprile e scopri la soluzione più conveniente per le tue esigenze.

bonus protetto assicurazione come funziona
Assicurazione con Bonus Protetto: Come Funziona e Quando Conviene

Il Bonus Protetto RCA è una protezione aggiuntiva all'assicurazione che permette di mantenere la propria Classe di Merito interna anche in caso di sinistro con colpa. Il costo di questa clausola dipende dalle compagnie ma è molto utile per guidatori esperti e sicuri.

Cos'è il Bonus Protetto?

Il Bonus Protetto è una clausola aggiuntiva che puoi inserire nell’Assicurazione che ti consente di mantenere la Classe di Merito interna anche in caso di sinistro con colpa. In pratica, se causi un incidente e nell’RCA è presente questa opzione, il premio della polizza non aumenta.

Ad esempio, se un conducente con Classe di Merito 5 e con Bonus Protetto subisce un sinistro non grave, la Classe non viene modificata e il premio dell'assicurazione rimane lo stesso, con lo sconto applicato.

Questo meccanismo funziona solo se l'assicurazione viene rinnovata con la stessa compagnia di assicurazione, poiché la classe universale risentirà comunque dell'incidente. Dunque, se l’assicurato cambia assicurazione sarà penalizzato con un Malus.

Che differenza c’è tra Classe Universale e Classe Interna? Quando si parla di Classe di Merito è bene distinguere tra Classe Universale di rischio (con un valore da 1 a 18) che risente degli incidenti causati o subiti ed è universalmente riconosciuta da tutte le compagnie; e la Classe Interna che invece è il valore memorizzato da una compagnia di assicurazione e usato per determinare il costo della polizza. Nel caso del Bonus Protetto, la compagnia, al successivo rinnovo della polizza, mantiene la classe di merito interna anche in caso di incidenti.

Tuttavia, è importante notare che il Bonus Protetto RCA di solito non è automatico ma è necessario inserirlo nell'assicurazione come garanzia accessoria. Viene quindi presentata come garanzia a parte.

Per capire quanto possa essere vantaggioso il Bonus Protetto, puoi leggere anche l'articolo su quanto aumenta l'assicurazione dopo un sinistro con colpa o senza colpa.

A Cosa Serve il Bonus Protetto?

Il Bonus Protetto RCA serve ad avere una sicurezza in più nel momento della definizione di un preventivo di polizza auto. Con una piccola spesa aggiuntiva, l’assicurato sa già che in caso di sinistro la sua Classe di Merito interna non varia.

Si aggiunge, in pratica, al sistema Bonus Malus, ma non è alternativo.

Ciò significa che se l'assicurato causa un incidente o un tamponamento a catena, il sistema Bonus Malus prevede un aumento della classe (applicando un Malus), ma il Bonus Protetto permette di mantenere lo sconto sulla polizza RCA che l'assicurato aveva prima dell'incidente con la stessa compagnia.

In altre parole, il Bonus Protetto offre una sorta di "scudo" per il Bonus, consentendo all'assicurato di non perdere lo sconto acquisito grazie alla sua storia assicurativa positiva.

Vediamo le condizioni per l’applicazione del Bonus Protetto RCA per alcune delle compagnie di assicurazione più note del settore.

Compagnia Condizioni per Bonus Protetto RCA
Bonus protetto Genialloyd (ora Allianz Direct) Disponibile solo se la classe di merito è inferiore alla 13esima e se l'assicurato non è stato responsabile di un sinistro negli ultimi due anni.
Bonus Protetto Linear Disponibile per auto ad uso privato.
Bonus Protetto ConTe Disponibile solo se la classe di merito è tra la prima e la terza.
Bonus Protetto Genertel Disponibile solo se la classe di merito è inferiore alla 13esima e se l'assicurato non è stato responsabile di un sinistro negli ultimi tre anni.

Quanto Costa il Bonus Protetto RCA?

Il Bonus Protetto ha un costo a parte, oltre all’RCA. Nel momento in cui richiedi un preventivo per la polizza del tuo veicolo, puoi selezionare le garanzie accessorie. Ognuna di queste garanzie ha un costo a parte, compreso il Bonus Protetto.

Il costo del bonus protetto solitamente si aggira attorno ai 40 € all’anno e può permettere di risparmiare anche più di 100 euro sul rinnovo annuale dell’assicurazione.

Nello specifico, il prezzo dipende dalle specifiche condizioni della compagnia scelta. Infatti, ogni compagnia fa pagare questa garanzia diversamente, inserendola o come garanzia autonoma con costo a parte oppure in pacchetti predefiniti con altre garanzie.

In ogni caso, non tutte le compagnie di assicurazione offrono questa possibilità, per questo motivo occorre fare più preventivi per capire chi la include e a quale prezzo.

In generale, però, questo costo in più sul’RCA va considerato come un investimento. Infatti, in caso di sinistro, la classe di merito potrebbe peggiorare e i costi dell’assicurazione, al rinnovo, aumentare.

Quando Conviene il Bonus Protetto?

Il Bonus Protetto conviene quando un guidatore ha una classe di merito bassa e vuole mantenerla nel tempo senza perdere i propri benefici dopo un incidente stradale. Una Classe di Merito bassa, infatti, comporta tanti vantaggi e privilegi, prima di tutto sul costo dell’assicurazione.

In particolare, il Bonus Protetto RCA è una buona opzione per chi ha un'esperienza di guida prolungata, quindi guida da molto tempo ed ha acquisito dimestichezza e sicurezza al volante.

In più, il Bonus Protetto conviene anche a chi, in virtù della sua esperienza di guida, non ha mai subito incidenti o ha subito solo danni minori.

  • In sintesi, il Bonus Protetto conviene se:
  • hai una classe di merito bassa;
  • vuoi tutelare la tua classe di merito interna nel caso di un incidente stradale;
  • sei fedele ad una compagnia.

Cosa succede senza il Bonus Protetto?

Senza Bonus Protetto si applica semplicemente il sistema Bonus Malus. Se provochi uno o più sinistri, subisci un Malus e la Classe aumenta. Al contrario, se non provochi sinistri, il sistema prevede l'applicazione di uno sconto sul premio dell'assicurazione iniziale, denominato "Bonus" e la Classe diminuisce.

Di conseguenza, in caso di sinistro stradale, l'assicurato potrebbe perdere la Classe di Merito attuale e retrocedere ad una classe di merito più alta. Ciò comporterebbe un aumento del premio dell'assicurazione auto, poiché le compagnie di assicurazione usano il valore della Classe di Merito per definire il rischio dei conducenti. Una classe di merito alta è associata ad un'esperienza di guida limitata, inaffidabile e/o non sicura.

Inoltre, il conducente potrebbe non essere in grado di recuperare la Classe di Merito perduta fino alla scadenza dell'anno assicurativo corrente o, in alcuni casi, fino alla scadenza di un ulteriore anno assicurativo. Ciò significa che il conducente dovrà pagare un premio più alto per almeno un anno.