Assicurazione Spese Veterinarie: Costo, Coperture e Rimborsi

Aggiornato il
Preventivo Assicurazione CaneAssicurazione Cane e Gatto

Preventivo Gratis Online

Confronta le Assicurazioni per Animali Domestici e Proteggi il tuo amico a quattro zampe.

Migliore Assicurazione Spese Veterinarie
Quanto Costa l’Assicurazione per Spese Veterinarie, quali sono le Coperture e come funzionano i Rimborsi

L’assicurazione per le spese veterinarie è una polizza per animali domestici che copre le spese sostenute dal veterinario per visite e cure specialistiche. Queste assicurazioni costano tra i 50 e i 200 € l'anno e prevedono una una formula a rimborso con franchigia e un tetto massimo.

Come Funzionano le Assicurazioni Veterinarie

Le assicurazioni veterinarie sono delle specifiche coperture assicurative che rientrano all'interno delle polizze per animali domestici.

Esattamente come per le polizze destinate alle persone, queste coperture assicurative proteggono gli animali contro una serie di eventi inattesi. In particolare, possono prevedere:

  • il rimborso delle spese veterinarie;
  • il pagamento di una pensione;
  • l'intervento di uno specialista.

Solitamente, l'assicurazione per animali domestici riguarda cani e gatti, mentre per altre specie di animali occorre informarsi presso la compagnia assicurativa, che potrebbe estendere la copertura anche ad altri animali o proporre pacchetti specifici.

L’assicurazione per gli animali di compagnia è obbligatoria? No, l'assicurazione per le spese veterinarie è facoltativa. L'unico caso in cui una copertura assicurativa è obbligatoria è quello in cui l'animale sia stato inserito nel "Registro dei cani dichiarati a rischio elevato di aggressività", perché ha già aggredito qualcuno o perché il veterinario ha inviato una segnalazione per aggressività alla ASL di riferimento. In questo caso diventa obbligatoria l'assicurazione cane per danni a terzi.

Quanto Costa l’Assicurazione per le Spese Veterinarie

Il costo dell’assicurazione per le spese veterinarie dipende dalla compagnia assicurativa e dal tipo di cane o gatto (quindi dalla sua età e dalla razza). Anche le eventuali garanzie accessorie fanno lievitare il prezzo: se aumentano le coperture, aumenta il prezzo. Se, ad esempio, si decide di aggiungere alla polizza sanitaria anche quella per la tutela legale del cane o gatto, allora il prezzo sarà ovviamente più alto.

Ad ogni modo, per una polizza animali domestici - con copertura delle spese veterinarie - parliamo di costi che partono da 50 euro all’anno e raramente superano i 200 euro all’anno, ma che possono coprire o rimborsare spese molto più alte, soprattutto in caso di urgenza o interventi importanti e costosi.

L'assicurazione per le spese veterinarie è una delle più comuni e richieste dai proprietari di animali domestici. Questo tipo di copertura, infatti, interviene per coprire le spese veterinarie del cane o del gatto. Nella maggior parte dei casi, prevede dei rimborsi in caso di interventi chirurgici, ricoveri, visite veterinarie o medicazioni più o meno urgenti. Ma vediamo più nel dettaglio quali sono tutte le coperture previste.

Quali sono le Coperture nell’Assicurazione delle Spese Veterinarie

Ogni compagnia assicurativa offre specifiche coperture, ma nella maggior parte dei casi l'assicurazione per spese veterinarie include:

  • le spese per le visite veterinarie di routine;
  • le analisi di laboratorio;
  • le radiografie;
  • le prescrizioni di farmaci;
  • gli interventi chirurgici;
  • le cure dentistiche.

Le coperture possono variare in base all’animale che deve essere assicurato e al pacchetto di riferimento.

L’assicurazione per le spese veterinarie del cane, ad esempio, è spesso proposta insieme alla responsabilità civile per danni a terzi che potrebbe comprendere:

  • incidenti causati dal cane durante la passeggiata ad altre persone;
  • ferite provocate ad un altro cane durante uno scontro o un gioco;
  • morsi e aggressione a terzi da cui il cane si è sentito minacciato.

Di contro, l’assicurazione per le spese veterinarie del gatto potrebbe avere costi più alti e coperture più specifiche nel caso di razze molto delicate, come la razza Maine Coon.

Un altro limite importante è rappresentato dall'età dell'animale: molto spesso ci sono infatti dei limiti sui cani e gatti anziani, in quanto più inclini a spese veterinarie ingenti. Puoi approfondire l'argomento leggendo l'articolo su "come fare una polizza per cane anziano".

Come Farsi Rimborsare le Spese Veterinarie?

Se il proprietario di un cane o di un gatto ha stipulato un'assicurazione per animali domestici, per ottenere un rimborso delle spese veterinarie deve seguire le indicazioni date dalla compagnia.

Molto comunemente, per beneficiare dei rimborsi, occorre far completare il modulo delle cure del veterinario, quindi inviarlo alla compagnia o tramite posta elettronica, o con PEC o, se è possibile, tramite app.

Presta attenzione alla franchigia delle spese veterinarie: nella maggior parte delle assicurazioni per cani e gatti, c'è sempre una franchigia (l’importo minimo a carico del proprietario) e un tetto massimo di rimborso.

In altri casi, invece, può bastare la fattura, da richiedere al veterinario al momento del pagamento che viene allegata al modulo compilato dal proprietario dell’animale.

Quali Sono le Spese Veterinarie Detraibili

Le spese veterinarie sono detraibili nella dichiarazione dei redditi. In particolare, i proprietari di animali domestici hanno diritto alla detrazione del 19% delle seguenti spese:

  • le prestazioni professionali del veterinario;
  • l'acquisto di medicinali prescritti dal veterinario;
  • analisi di laboratorio e interventi presso le cliniche veterinarie.

La detrazione dall’imposta lorda è valida fino a un limite massimo di 550 euro e con una franchigia di 129,11 euro e solo per animali da compagnia (non per animali detenuti per la pratica sportiva o per allevamento/riproduzione).

Tra le spese veterinarie detraibili non rientrano i premi pagati per le polizze degli animali. Quindi, se da una parte un’assicurazione per le spese veterinarie comporta un costo annuale ma una copertura pressoché totale di eventuali spese sostenute dal veterinario, la sola detrazione senza assicurazione porta solo ad un risarcimento del 19% della spesa.

Come Scegliere la Migliore Assicurazione per le Spese Veterinarie

Nella scelta della migliore assicurazione per le spese veterinarie occorre fare delle valutazioni:

  1. esaminare le coperture previste dal pacchetto, quindi se coprono solo le spese mediche di emergenza o anche le visite di routine, vaccinazioni e cure preventive;
  2. verificare i limiti di copertura e i massimali e assicurarsi che questi siano sufficienti per le esigenze del tuo animale;
  3. prestare attenzione alle esclusioni e alle limitazioni della polizza, ad esempio se non copre determinate malattie preesistenti o condizioni ereditarie;
  4. confrontare i costi mensili delle diverse assicurazioni e verificare se ci sono franchigie da pagare prima che l'assicurazione inizi a coprire le spese;
  5. controllare se l'assicurazione ha una rete di veterinari convenzionati che possono essere vantaggiosi per te;
  6. verificare le clausole di rimborso per capire se questo viene applicato sulle spese effettive o solo su una percentuale prestabilita delle spese.

Il costo non è l’unico parametro da tenere in considerazione nel momento in cui valuti un’assicurazione delle spese veterinarie. Se i benefici superano i rischi e l’investimento rientra nel budget, allora hai trovato una buona copertura.

Di seguito, ecco i nomi dei pacchetti assicurativi per gli animali domestici di alcune compagnie assicurative.

CompagniaNome Assicurazione Spese Veterinarie
Assicurazione Spese Veterinarie AllianzRischi Animali Domestici
Assicurazione Spese Veterinarie SantévetAll Risk
Assicurazione Spese Veterinarie Intesa San PaoloExclusive
Assicurazione Spese Veterinarie ConTeSilver, Gold o Platinum
Assicurazione Spese Veterinarie Vittoria AssicurazioniVittoria con te - Cani e Gatti
Assicurazione Spese Veterinarie GeneraliImmagina Adesso Cucciolo