Concorso di Colpa in un incidente: come si calcola e chi paga

Aggiornato il
Preventivo Assicurazione AutoPreventivo Assicurazione Auto

Preventivo Gratis Online

Confronta le RC Auto delle migliori compagnie assicurative a Aprile e scopri la soluzione più conveniente per le tue esigenze.

Concorso di Colpa Assicurazione
Come si calcola il Concorso di Colpa e chi paga

In caso di concorso di colpa a pagare è il responsabile o i responsabili dell’incidente. I rimborsi vengono calcolati in base alla percentuale di responsabilità stabilita nel CID, dal perito o dalle forze dell'ordine.

Concorso di Colpa: Significato

Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli.

Articolo 2054 Codice Civile - Comma 2

Il concorso di colpa è la condivisione delle responsabilità di un incidente stradale. Si verifica quando i due conducenti (o più di 2) hanno una parte di colpa nel sinistro che hanno causato.

Ci sono due casististiche:

  1. concorso di colpa paritario, quando la responsabilità del sinistro è pari tra tutti i soggetti coinvolti;
  2. concorso di colpa effettivo, quando la responsabilità si può dividere con una quota di colpevolezza tra i guidatori.

È importante sapere che nel caso in cui avvenga un incidente stradale su tutti i conducenti grava una "responsabilità presunta". Al momento del fatto, quindi, si presume che tutti abbiano una parte di colpa in quello che è successo. Tocca ad ogni singolo guidatore dimostrare la propria innocenza e l'assenza di responsabilità.

Chi Stabilisce il Concorso di Colpa in un Incidente Stradale

Il perito assicurativo è la figura che stabilisce il concorso di colpa in un incidente stradale. Infatti, se gli automobilisti coinvolti hanno deciso di compilare il CID per la Constatazione Amichevole, la valutazione verrà effettuata in seguito dal perito dell’assicurazione, identificato dalla compagnia dopo la denuncia.

Se, invece, dopo un incidente stradale non si trova un accordo tramite CID e gli automobilisti contattano le forze di polizia, saranno queste ultime a valutare l'incidente per stabilire il concorso di colpa. Inoltre, in questo caso, a seconda delle responsabilità degli automobilisti, potrebbero fare una multa se è stata compiuta una violazione del Codice della strada.

Le assicurazioni determineranno le responsabilità dei conducenti dopo aver esaminato il verbale redatto dalle forze dell'ordine.

Come si Calcola il Concorso di Colpa Paritario o Effettivo

Se durante l'incidente accade che le responsabilità sono divisibili in egual modo tra tutti i conducenti coinvolti, si parla di concorso di colpa paritario, che si verifica quando:

  • avviene un qualunque sinistro (situazione di partenza);
  • si dividono le responsabilità al 50% tra due guidatori;
  • non è possibile definire con esattezza la dinamica dell'incidente.

Infatti, se né i periti o in seguito un giudice riescono a individuare un responsabile assoluto del sinistro o i livelli di responsabilità esatti, si adotta il concorso di colpa paritario, definito in questo caso "in via presuntiva".

Se invece le responsabilità possono essere divise in quote diverse identificando uno o più responsabili principali, allora si parla di concorso di colpa effettivo. Questa è la tipologia di concorso di colpa più comune, in quanto in un incidente spesso c'è un responsabile principale e uno che non ne ha o ne ha pochissima. Anche nel caso di un banale tamponamento il responsabile è, nella maggior parte dei casi, facilmente individuabile, ovvero colui che tampona.

Chi Paga con il Concorso di Colpa

In caso di concorso di colpa a pagare è il responsabile o i responsabili dell'incidente. Il concorso di colpa con l'assicurazione viene infatti gestito in base alla quota di responsabilità individuata.

Se un guidatore ha la responsabilità totale al 100%, allora la sua compagnia assicurativa dovrà risarcire tutti i danneggiati.

Con un concorso di colpa paritario e responsabilità divise al 50%, ogni automobilista coinvolto deve risarcire l’altro per la metà del danno subito sempre passando dall’assicurazione.

Se invece si delinea un quadro di concorso di colpa effettivo, il risarcimento viene calcolato secondo la quota percentuale di responsabilità, ad esempio con una colpa al 40% bisognerà rimborsare il 40% del danno subito dall’altro guidatore.

Il Caso del Concorso di Colpa del Danneggiato

Mettiamo il caso in cui una macchina passi con il rosso e centri in pieno un'auto che stava procedendo regolarmente. In questa situazione, la responsabilità unica pare essere proprio della macchina che non ha rispettato il semaforo.

Potrebbe darsi il caso però che l'automobilista danneggiato abbia tenuto un comportamento irresponsabile tale per cui in qualche modo avrebbe potuto evitare l'impatto. Un esempio? Mentre guidava stava mandando messaggi con il cellulare.

Se si riesce a dimostrare il cosiddetto concorso di colpa del danneggiato, il risarcimento che gli spetta potrebbe essere ridotto se non addirittura cancellato dalla compagnia di assicurazione, ai sensi dell’art. 1227 c.c.

Alcuni casi pratici già presi in atto dall'Autorità Giudiziaria prevedono:

  • mancato utilizzo delle cinture di sicurezza;
  • rifiuto a sottoporsi ad esami e cure mediche;
  • veicolo senza assicurazione e/o patente;
  • omesso utilizzo del casco;
  • guida in stato di ebbrezza.

Cosa Succede alla Classe di Merito in caso di Concorso di Colpa

In ogni incidente, il responsabile subisce un aumento della Classe di Merito secondo la formula del Bonus-Malus. Ma, in caso di concorso di colpa, bisogna fare una distinzione in base alla tipologia applicata per la casistica specifica.

Infatti, se viene accertato il concorso di colpa paritario, con responsabilità uguali per tutti, non scatta la formula del Bonus-Malus. Questo è uno dei grandi vantaggi di questo tipo di concorso di colpa introdotto con la Legge Bersani del 2007.

Quindi ai guidatori coinvolti nel sinistro non viene aumentata la propria classe di merito e di conseguenza non dovrebbero registrare nemmeno un aumento nel momento di un successivo preventivo per l'assicurazione auto.

Cosa diversa accade se, al contrario, uno degli automobilisti coinvolti ha la responsabilità principale. Essendo quell'automobilista il solo responsabile dell'incidente, l'aumento della Classe di Merito è inevitabile, così come l'aumento del premio assicurativo in seguito al sinistro.

Quando Non Accettare il Concorso di Colpa

Ci sono dei casi in cui è preferibile non accettare il concorso di colpa. Un incidente stradale è sempre una spiacevole situazione ma è giusto identificare la dinamica corretta quindi i responsabili reali dell'accaduto. Se questo non avviene, non è possibile o è stato fatto erroneamente, allora bisogna non accettare il concorso di colpa proposto.

Nello specifico, ci sono almeno 3 casi in cui questo avviene.

  • Nessuna responsabilità: se un guidatore ritiene di non avere alcuna responsabilità nell'incidente, allora non deve accettare il concorso di colpa paritario quanto piuttosto quello effettivo per il responsabile unico;
  • Falsi testimoni o prove non attendibili: se il conducente ha valide motivazioni per dubitare dell'affidabilità delle testimonianze o delle prove presentate contro di lui, allora può decidere di non accettare la responsabilità condivisa;
  • Carenza di informazioni: se, per determinare la dinamica dell'incidente, è necessario raccogliere ulteriori prove, allora il guidatore deve contestare il concorso di colpa e procedere solo una volta che ha raccolto tutte le informazioni sull'incidente per avere un quadro completo della situazione.